filler alle labbra
Hosting wordpress a 1€ Hualma

Le labbra rappresentano da sempre la sensualità di una donna e sono tante coloro che desiderano averle rosa e carnose. A causa dell’avanzare dell’età spesso le labbra perdono quella particolare tonicità tipica dell’età giovanile, perdono idratazione e di conseguenza anche il loro volume e il loro naturale colore rosato, tendono ad assottigliarsi e i contorni svaniscono. Sembra infatti che uno dei desideri estetici più diffusi tra le donne, anche tra le più giovani, negli ultimi anni sia proprio l’avere labbra grandi, carnose, colorite.

Per risolvere i problemi legati all’invecchiamento o anche piccoli inestetismi come le labbra molto sottili, oggi si può ricorrere a piccole iniezioni per rimpolpare varie zone di viso e collo: il filler.

Ultimamente uno degli interventi estetici più richiesti, il filler è un trattamento di medicina estetica che consiste nel riempire zone di depressione della pelle al fine di eliminare le rughe o donare più volume, in maniera immediata. Basta una sola seduta per migliorare istantaneamente l’aspetto estetico senza rinunciare al resto della giornata o senza che implichi ricoveri o lunghe degenze. E’ un intervento per nulla invasivo, veloce e poco doloroso.

Il filler è attualmente uno dei metodi più diffusi per favorire l’aumento di volume delle labbra e consiste nell’infiltrazione di acido ialuronico o collagene per ottenere anche maggiore definizione. Tuttavia il filler non è l’unica tecnica a disposizione di chi desidera avere labbra più grandi e seducenti, infatti è possibile intervenire anche con altri tipi di operazioni di chirurgia plastica ed estetica: Lip Lift o il Permalip.

Le diverse tipologie di filler alle labbra

Esistono diversi tipi di filler alle labbra a seconda di ciò che vuole ottenere il paziente o di quanto consiglia il medico. I filler si possono distinguere tra loro in base a diversi fattori: materiale, elasticità, densità, viscosità, riassorbimento, anestetico locale ecc.

Generalmente possiamo suddividere i vari tipi di filler in:
filler a rapido riassorbimento (acido ialuronico), filler a lento riassorbimento (idrossiapatite di calcio), filler permanenti (protesi in silicone, lipofilling). Nel caso specifico di filler alle labbra si sceglie l’acido ialuronico che nel giro di 7-11 mesi si riassorbe completamente, quindi non è un tipo di trattamento permanente. Scegliere il giusto filler è a discrezione del medico in accordo con il paziente tenendo conto degli obiettivi da raggiungere. I filler a rapido riassorbimento sono la soluzione e il metodo più efficace e meno invasivo per aumentare il volume delle labbra, e consentono di tornare come si era prima se il risultato non ci piace.

Gli esperti però consigliano sempre di evitare gli eccessi. Donne di tutte le età si sottopongono spesso all’aumento di volume delle labbra ma a volte i risultati ottenuti sono davvero poco naturali. Può succedere che alcune donne, lusingate dai complimenti ricevuti dopo il primo filler, vogliano aumentare la quantità di filler iniettato pensando di ottenere un risultato migliore del primo. Questa convinzione spesso porta ad eccedere.

È importante quindi, oltre essere consapevoli che bisogna sapersi regolare, affidarsi a medici competenti che sappiano consigliare le giuste dosi o che sappiano dire quando sia giusto fermarsi, per evitare risultati eccessivamente artificiosi, con sincerità e senza approfittarne. Quindi è consigliabile cercare strutture o professionisti che abbiano standard molto elevati in qualità dei materiali utilizzati, qualità delle strutture e rapporto qualità/prezzo competitivi.

Molti professionisti della medicina estetica non approvano e si rifiutano di realizzare volumi esagerati e non adatti in proporzione al viso delle pazienti, preferendo sempre un risultato naturale e armonico con i propri lineamenti. Tutto deve essere fatto su misura: Prima di procedere si studiano le proporzioni del viso di ciascun paziente e poi si sceglie la forma e la tecnica più adatta.

Purtroppo sono ancora moltissime le pazienti che richiedono effetti poco naturali ed esagerati, togliendo armonia al proprio viso. La ragione probabilmente arriva principalmente dalla Russia, dove sta spopolando una nuova tecnica. La “tecnica russa” prevede di aumentare il volume delle labbra alzando l’arco di cupido, spesso esagerando.
lo spessore delle labbra superiori dovrebbe essere uguale o leggermente maggiore rispetto a quello delle labbra inferiori. Se si sceglie di aumentare il volume del labbro inferiore a scapito di quello superiore, non si sta compiendo una giusta scelta: così si rischia di andare in una direzione più che sbagliata perché si rischia di ottenere un risultato del tutto antiestetico. L’importante è sempre armonizzare le labbra con tutta la morfologia del viso.

Comunque la durata di un intervento di filler non permanente è molto breve, può andare dai cinque ai trenta minuti. Solitamente i medici applicano una crema anestetica sulla zona da trattare con le infiltrazioni sottocutanee di acido ialuronico o collagene. I risultati durano in media dai 5 ai 10 mesi, ma questo fattore è anche molto soggettivo perché dipende dalle abitudini e dalle caratteristiche del paziente: età, vizio del fumo, tipo di pelle, esposizione al sole, abitudini alimentari ecc.

I filler permanenti invece permettono di ottenere, a seconda dei gusti, le famigerate “labbra a canotto“. Tuttavia gli esperti ragguagliano spesso le pazienti sul fatto che, da 6 mesi a 20 anni dopo l’operazione, possono insorgere vari problemi. Eliminare il filler permanente è possibile, ma è complicato dal punto di vista chirurgico e la fase post operatoria è abbastanza impegnativa da affrontare per i pazienti. L’intervento si esegue in day hospital sotto sedazione e successivamente, per circa un mese, sulla zona saranno presenti dei lividi e i punti di sutura che, sulle labbra, portano una serie di fastidi e problemi legati al mangiare, bere e parlare. Per cui, si sconsigliano spesso i filler permanenti perché gli effetti indesiderati, gli inestetismi e le complicanze, a lungo andare, possono presentarsi facilmente ed è complicato poi risolvere il problema.

Spesso si rincorrono ideali di bellezza che non ci appartengono: molte donne presentano foto di modelle, cantanti o attrici al medico chiedendo di ottenere le stesse labbra. Ma spesso non si considera il fatto che ognuno ha le proprie proporzioni, la propria morfologia del viso, il proprio aspetto e le proprie caratteristiche e magari le labbra di Angelina Jolie, per quanto meravigliose su di lei, su un altro viso possono apparire antiestetiche e sproporzionate. E’ molto importante essere consapevoli che non si deve eccedere nel modificare ciò che si è per somigliare a qualcun’altro.