Sanitari filo muro
Hosting wordpress a 1€ Hualma

Se vuoi ristrutturare casa e ti hanno proposto dei sanitari filo muro, ma non sai cosa sono o non li conosci abbastanza, questa guida fa per te!
Qui puoi fare chiarezza su questo argomento analizzandone, insieme a noi, pregi e difetti.

SANITARI FILO MURO: COSA SONO?

Scopriamo insieme cosa li rende così diffusi

Negli ultimi tempi, tra le varie innovazioni portate nel campo dell’interior design, è nata la tendenza di installare dei sanitari filo muro per arredare il proprio bagno.

Il primo consiglio, in questi casi, è quello di progettare (che sia una costruzione ex novo o una ristrutturazione) prima sulla carta le varie posizioni dei sanitari, in modo che successivamente possano essere adottati tutti gli eventuali accorgimenti durante l’installazione.
Al contrario, nel frangente di una sostituzione di sanitari preesistenti, la scelta di un progetto risulta maggiormente vincolata, perché ci sono da tenere in conto diversi fattori: la posizione degli scarichi su tutti.
In questo caso, quindi, è sempre meglio seguire la linea guida già tracciata in precedenza.

La decisione di ristrutturare, creare da zero o sostituire dei sanitari filo muro, comunque, è dettata da diverse motivazioni: la prima è sicuramente il gusto estetico.
Queste installazioni, infatti, danno un’idea di design pratica ma di grande impatto. Hanno un’accezione elegante e raffinata, ma anche ben strutturata.
Ovviamente, non si può non tenere in considerazione il fattore igienico, quello economico e quello plantare del bagno.

DIFFERENZE CON ALTRE TIPOLOGIE DI SANITARI

Analizziamo le caratteristiche dei sanitari filo muro e cosa li diversifica dagli altri

Questo tipo di sanitari differiscono dagli altri, innanzitutto, per il fatto che non sono collegati da uno spazio che li scinde dal muro, come succede nei sanitari tradizionali, ma possiedono lo scarico a pavimento.
Sono d’impatto visivo gradevole ed hanno delle dimensioni meno voluminose.
Prendendo in considerazione un fattore più importante, è provato come questi sanitari siano decisamente superiori in quanto a standard di igiene rispetto ai classici, perché la loro pulizia è semplificata dal fatto che non esiste uno spazio tra essi ed il muro.
Ancora, garantiscono una maggiore sicurezza perché privi di raccordi esterni e tubi di scarico.

Esiste anche una variante che viene chiamata “sospesa”. A differenza dei sanitari filo muro tradizionali, questi sono sospesi, appunto, da terra e non poggiano in alcun modo sulla pavimentazione.
Un effetto ottico, il loro, che richiama la leggerezza e crea la sensazione di maggior spazio all’interno del bagno.
Dal punto di vista della pulizia, inoltre, sono ancora più facili da pulire di quelli normali.

VANTAGGI E SVANTAGGI

Elenchiamo insieme pregi e difetti di questi sanitari

Partendo dai vantaggi, notiamo subito come i sanitari filo muro:

  • Sono più facili da pulire di quelli tradizionali;
  • Creano maggiore spazio all’interno del bagno;
  • Coprono gli scarichi;
  • Non gravano sul pavimento con il loro peso;
  • Il loro scarico può essere installato sia sul muro che sulla pavimentazione.

Ognuno di questi fattori rispecchia, a sua volta, tanti vantaggi da prendere in considerazione.
Infatti, il primo punto sottolinea come garantiscano una maggiore igiene, poiché comodi da pulire.
Il secondo sostiene quanto si possa guadagnare spazio: oltre 8 cm solo dal centro dello scarico, ad esempio.
Un motivo in più per realizzarli, in particolare quindi, per chi non dispone di molta ampiezza nel proprio bagno.
Ancora, coprendo gli scarichi non c’è il pericolo che, durante la pulizia, si tocchino i flessibili, i raccordi o le tubature, evitando il rischio di danneggiarli.
Questo perché gli scarichi sono posizionati sul retro e coperti direttamente dal sanitario.
Un ulteriore pro sta nel non gravare sul pavimento, con l’eliminazione totale di vibrazioni acustiche non solo nel proprio appartamento ma, eventualmente, in quelli vicini.
Per ultimo, ma non meno importante, hanno il vantaggio di poter essere installati con scarico sia a muro che a pavimento.

Per quanto riguarda gli svantaggi, invece:

  • Necessitano uno scarico a muro profondo almeno 12 cm;
  • L’installazione può avere costi onerosi;
  • Bisogna affidarsi ad assoluti professionisti del settore o potrebbe crearsi un’intercapedine.

Il primo punto parla di 12 cm di profondità, esclusi intonaco e piastrellatura.
Il secondo sottolinea il costo, alto ma abbordabile, vista la complessità. Soprattutto per quelli “sospesi”.
L’ultimo, invece, riguarda la difficoltà di fare un lavoro perfetto se non si è esperti. Da qui il consiglio di affidarsi a professionisti.