Tessuto non tessuto
Hosting wordpress a 1€ Hualma

Il tessuto non tessuto (detto anche tessuto antigelo, TNT o “nonwoven”) è la soluzione ideale per proteggere le piante dal freddo. Ecco perché si chiama in questo modo. Scopriamo insieme nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono i vantaggi per chi lo usa.

Tessuto non tessuto di cosa si tratta

In acronimo TNT è certamente un materiale con origini solo ed unicamente sintetiche avente dalla sua una base di poliestere o polipropilene, queste fibre non sono unite tra loro nella maniera classica, diciamo intrecciata, ma in modo del tutto casuale. Di fatto la sua caratteristica principale che è visibile anche ad occhio nudo è proprio quella di non avere una trama e ciò consente la totale mancanza di smagliare il prodotto durante il taglio, inoltre la sua composizione garantisce un ottimo filtraggio della luce in modo da proteggere gli ortaggi ad esempio dalla luce, non solo ma anche dal freddo e dal vento insistente, tutti fattori che contribuiscono al danneggiamento degli ortaggi.

Tessuto non tessuto, il suo utilizzo

Il tessuto non tessuto oltre ad essere un ottimo materiale isolante come abbiamo già detto è perfetto per proteggere la coltivazione, di fatto i suoi utilizzi sono molteplici ed è la soluzione a molti problemi talvolta anche abbastanza gravi come ad esempio la grandine e le forti piogge, è ottimo anche per limitare i danni degli uccelli e dei parassiti, ad ogni modo nella stragrande maggioranza dei casi riesce ad adempiere i propri compiti egregiamente senza dover ricorrere a rimedi talvolta poco ortodossi.

Utilissimo il suo impiego durante il periodo della semina perché protegge i semi, ovvero un goloso bottino per gli uccelli. Risulta molto efficace anche durante i trapianti periodici come ad esempio, le carote, peperoni, pomodori, melanzane, zucchine, cicoria, cavoli, finocchi e tanti altri ortaggi.

Tessuto non tessuto e le sue proprietà

Parliamo di un prodotto molto leggero, infatti, se proviamo a pesare un metro quadro ci renderemo conto che il suo peso sarà dai quindici ad un massimo di quaranta grammi, quindi un peso molto irrisorio e questo giova nei suoi vari utilizzi.

Motivo per cui può essere tranquillamente appoggiato sugli ortaggi senza recare alcun danno, garantendo così un’ottima protezione senza dover ricorrere ad utilizzo di strutture talvolta ingombranti e anche dal costo elevato come, ad esempio, la classica serra a mezza luna che viene posta sul terreno e realizzata con piccole impalcature che reggeranno il telo.

Il TNT dalla sua ha anche una buona capacità isolante, ma dobbiamo specificare il suo utilizzo, dividendo l’Italia in Centro Sud e Nord Italia solo per una questione di temperature. Pertanto possiamo affermare che al Sud durante il periodo invernale sotto il telo di TNT troveremo una temperatura che varia dai 2° ai 6° C e quindi il tessuto non tessuto può essere utilizzato durante tutto il periodo invernale, invece al Nord ha un utilizzo che va dall’autunno fino all’inizio dell’inverno perché non è capace di proteggere gli ortaggi da un clima molto rigido che troviamo in pieno inverno.

Tessuto non tessuto come utilizzarlo

Il suo impiego è molto semplice, di fatto basta collocarlo, adagiandolo delicatamente sugli ortaggi senza distendere il telo e fissarlo alle estremità con dei pesi, bastano anche dei semplici sassi, ovviamente c’è chi predilige creare una piccola struttura e tenerlo sollevato dalla coltivazione, ma anche questo non implica un grande sforzo.

Per la coltivazione in fiore di pomodori, melanzane, zucchine va detto che bisogna comunque spostare il telo per permettere l’impollinazione da parte degli insetti, ovviamente tale operazione va fatta durante le ore più calde della giornata.

Se utilizzato con cura il tessuto non tessuto ha anche una lunga durata nel tempo, infatti parliamo anche di cinque, sei anni, ovviamente va conservato in un luogo non umido e pulito dal fango.

Tessuto non tessuto sul balcone di casa

Il TNT trova anche utilizzo sui balconi di casa in modo semplice e molto pratico, di fatto bastano pochi metri per proteggere diverse piante, anche il piccolo orto da balcone troverà i suoi benefici e una maggiore durata.

Tuttavia anche sul balcone di casa vi è bisogno di piccoli accorgimenti come ad esempio l’utilizzo di stecchetti di bambù per allestire il TNT ed è consigliabile l’utilizzo di vasi rettangolari.