Quanto costa stampare un libro
Hosting wordpress a 1€ Hualma

A tutti noi, almeno una volta nella vita, sarà capitato di chiedersi: quanto costa stampare un libro?
Probabilmente, siamo in procinto di creare qualcosa di nostro o abbiamo il desiderio di tradurre in realtà una creazione a cui si è lavorato per molto tempo e per la quale si sono spese energie, risorse e denaro per farlo.
Molti blog online cercano di rispondere a questa particolare domanda; in questo breve articolo, pertanto, cerchiamo di rispondere ad essa in maniera esaustiva e chiara, prendendo in esame tutti i fattori che giocano un ruolo chiave nella risposta adeguata che vogliamo fornire!
Immergiamoci subito!

Stampare un libro: esiste un costo universale?

Per poter chiarire e spiegare al meglio come avviene la stampa di un libro e il suo costo, è doveroso innanzitutto esordire mettendo in chiaro che non esiste un tariffario ben stabilito: come mai?
Sostanzialmente, il costo può variare a seconda del libro e della tipologia di cliente che vuole soddisfare questa necessità.
Le categorie di clienti che potrebbero voler stampare un libro o un agglomerato di manoscritti sono molteplici: tra di essi può esserci il classico scrittore in erba alle prese con la sua primissima esperienza nel campo della scrittura, un ragazzo o ragazza che è in procinto di laurearsi e ha disperatamente bisogno di stampare la sua tesi o i suoi appunti, la persona di mezz’età che ha appena realizzato il resoconto della sua vita in forma cartacea e desidera divulgarlo al pubblico.
Insomma, i clienti sono molteplici, esattamente come i fattori che incidono effettivamente sul reale costo finale della stampa di un libro.
Per questo, è necessario considerarli uno alla volta e in modo esaustivo, in modo tale da avere chiaro in mente il quadro generale dell’eventuale spesa da affrontare.

I fattori per la stampa di un libro

Innanzitutto, uno dei primissimi fattori chiave che influenzano l’ammontare della spesa per stampare un libro è il formato dello stesso.
Tale aspetto incide specialmente se vuole utilizzare un formato particolare che non ottimizza propriamente al massimo il formato carta: ad esempio, i classici formati A4 o A5 sono sicuramente opzioni già sperimentate e assodate, ma che dire dei formati straordinari, ossia quelli non frequentemente utilizzati?
In molti casi, tuttavia, proprio perché si adoperano formati inediti o del tutto particolari si potrebbe usufruire di speciali promozioni che includano un bel decremento del prezzo finale di stampa, garantendo un rapporto qualità-prezzo significativamente importante!

Secondo fattore: la tiratura.

Per coloro che non sono avvezzi al linguaggio tecnico tipografico, la tiratura non è altro che l’applicazione automatica della carta bianca sulla composizione inchiostrata e preparata.
Questo aspetto funge da vero e proprio ago della bilancia per il risparmio e per la scelta della tipologia di stampa da effettuare; ad esempio, una medio-alta tiratura consente di optare per la stampa offset, la quale possiede un costo di partenza abbastanza elevato, ma che all’aumentare delle copie stampate, diminuisce sempre di più.
In alternativa, vi è la possibilità di selezionare la stampa digitale, la quale assicura un costo di stampa pressoché costante, ma il numero di copie che consente di stampare è piuttosto limitato.
Tuttavia, se negli scorsi decenni la qualità che la stampa digitale garantiva non era minimamente paragonabile alla stampa offset, oggi quel gap si è notevolmente ridotto grazie all’introduzione di nuovissime tecnologie.

Terzo fattore: la carta.

Anche la carta è un aspetto da tenere in alta considerazione: la sua scelta dipende anch’essa dalla tipologia di documento o libro che si intende effettuare.
Inoltre, anche le cosiddette nobilitazioni, ossia l’aggiunta di lavorazioni che rendono l’aspetto estetico del libro accattivante e interessante, devono essere prese in esame: se si intende includere dettagli lucidi, rilievi o decorazioni varie, si potrebbe fare i conti con un prezzo maggiorato.
In ultima analisi, la rilegatura è l’ultimo fattore da prendere in considerazione: anche in questo caso, fa molto la tipologia di libro da stampare, anche se, indipendentemente da questo, stampare un libro in brossura costa leggermente di più rispetto ad una stampa normale.
Ad ogni modo, è sempre possibile optare per la stampa libri online, grazie alla quale si ottiene un’ampia personalizzazione e il soddisfacimento di tutte le idee che si hanno in mente!